Un ricordo di Magdalena Abakanowicz

Una donna forte con un portamento nobile e fiero, così ricordo l’artista Magdalena Abaknaowicz . L’ho conosciuta quando ero una ragazzina e ho scritto su di lei la tesi di laurea. L’ho scelta perché il suo lavoro non ammetteva fronzoli: era diretto, come un pugno nello stomaco.  Le sue folle di uomini senza testa, gusciContinua a leggere “Un ricordo di Magdalena Abakanowicz”