Buonanotte fiorellino

Ricordo che il mio regalo più grande del Natale 1995 è stato il mio secondo bambino, arrivato proprio in questo periodo. Pensate, un bambolotto vero per tutta la famiglia da cullare, coccolare, annusare… Poi come per tutti tutti i bambini reali iniziarono le coliche, i pianti di fine pomeriggio, le lunghe passeggiate notturne con ilContinua a leggere “Buonanotte fiorellino”

Storie di camminatori ed esploratori: Ippolito Desideri e il Tibet

Chi conosce Simone Cipriani riconosce che questo articolo è opera sua e sa bene  quanta passione in questi anni ha avuto per la storia di Ippolito Desideri e il Tibet: Altopiano del Tibet : un deserto d’alta quota circondato da montagne bianchissime. Ogni tanto vi si apre una valle, che si insinua fra i monti,Continua a leggere “Storie di camminatori ed esploratori: Ippolito Desideri e il Tibet”

Giallo di Natale

Il freddo in questi giorni non manca. Se anche voi siete appassionati di trascorrere un pomeriggio in compagnia di un libro, magari anche con una buona tazza di tè fumante, per svagarvi con una lettura tranquilla in veste natalizia, vi consiglio il classico giallo di Natale proposto dalla Sellerio. E’ ambientato in un castello ingleseContinua a leggere “Giallo di Natale”

No alla guerra

C’è sempre chi, fra gli artisti, si sente più coinvolto nelle vicende contemporanee e riesce per questo ad esprimere un dissenso o un’opinione su temi di interesse pubblico, attraverso il proprio lavoro. L’esempio più’ celebre, quello che tutti hanno visto, almeno in fotografia, è il dipinto di Pablo Picasso sulla tragedia di Guernica, che ricordaContinua a leggere “No alla guerra”

Soluzione

Ahimè nessun vincitore questa settimana… Il titolo dell’opera è Fraught Times: for eleven months of the year it’s an artwork and in December it’s Chritsmas, del 2008 e l’artista di questa settimana è Philippe Parreno, francese che vive e lavora a Parigi. Philippe Parreno crea opere che mettono in discussione i confini tra realtà e finzione, esplorandoContinua a leggere “Soluzione”

“Ma tu vulive a’ pizza…”

Forse qualcuno penserà, e non a torto, che ci sono cose più importanti e urgenti da sistemare, tuttavia secondo me la notizia è di quelle che premiano il genio è la creatività italica o meglio napoletana. L’unesco, infatti, durante la notte ha proclamato « l’arte di fare la pizza » patrimonio culturale dell’umanita! Vale aContinua a leggere ““Ma tu vulive a’ pizza…””