Tempo di gite: tra i fiori dell’iris e arte contemporanea

35648

Tempo di gite ve ne proponiamo una se c’è il sole. 

E’ una visita per sorprendervi. Natura e arte, colori dei fiori e sculture, assieme alla migliore organizzazione svizzera. Tutto questo è dentro Les Jardine du Chateau de Vullierens, non lontano da Morges nel canton Vaud. Il giardino fin dal 1955 si apre ai visitatori grazie alla generosità dei proprietari, la famiglia Bovet, per lasciarvi ammirare la più bella e vasta fioritura  di iris. Ve ne sono riunite tantissime varietà anche delle meno conosciute e più rare: è uno spettacolo di mille colori. I giardini, che ospitano anche tante altre varietà di piante, costituiscono una gioia dei sensi.vullierens7

Se passeggiare nel giardino del castello è già uno spettacolo, sarete sorpresi e ancor più incuriositi dalla collezione di sculture che è stata installata lungo tutta la passeggiata. La qualità delle opere esposte non è sempre eccellente, ma vorrei segnalarvi una bella scultura dell’artista americana Beverly Pepper, assieme all’opera cinetica e sonora “ Big Bang” di Etienne Krähenbühl, realizzata con 1600 pezzi di metallo sospesi che evocano un pianeta o un grande atomo visto al microscopio .Un concentrato di materia e di energia.

DSC07063cloche
Etienne Krähenbühl, Big Bang, 2009

Ancora interessante, infine, la struttura fatta di listelli di legno intrecciati  tra loro dell’artista ginevrina  Mireille Fulpius, dal titolo Paradigma, che invita il visitatore ad entrare e perdersi.

IMG_0093
Beverly Pepper

Non mancano purtroppo alcune brutte fatine di bronzo che decorano la camminata, ma nell’insieme rimarrete affascinati dalla bellezza che vi circonda.

La visita continua poi passando attraverso un book shop fatto di profumi dell’iris, cuscini , bulbi, marmellate e prodotti naturali, per poi finire in uno spazio interno dove potrete vedere una mostra temporanea dal titolo Jeunes Pousses:  una mostra collettiva di 27 giovani artisti presentati in collaborazione con Il Centre d’arte contemporain d’Yverdon-les Bains.

Ci sono lavori più o meno interessanti, alcuni all’esterno altri nello spazio non grande,ma molto suggestivo, del fienile.  Troverete un bouquet che scoppierà nel video di Ursula Palla o delle foto di frutti sconosciuti di  Valentina Pini. 

IMG_0100
Mireille Fulpius, Paradigma

Uscirete e ci sarà ad aspettarvi una piccola e ben organizzata caffetteria. Tutto è stato pensato e bene articolato: un’eccellente organizzazione. Resta un po’ la delusione per l’elenco delle opere esposte con i relativi prezzi; opere messe alla pari con le saponette del bookshop, ma questo  -si sa – è ormai il prezzo da pagare per la convinzione che l’arte debba autofinanziarsi e rientrare in un qualsiasi business commerciale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: