Ci vorrebbe Sc’veik

Ci vorrebbe uno Sc’vèik! Viviamo in un mondo popolato da guerre e assistiamo all’arrivo di apprendisti stregoni che vorrebbero gettare benzina sul fuoco: più soldi per le spese militari, più presenza di soldati sul terreno, droni, bombardamenti mirati e così via: ci siamo assuefatti alla guerra. E allora occorrerebbe rileggere il romanzo antimilitarista di Hasek,... Continue Reading →

Annunci

Eccoci qui

Finita la pausa estiva - un po' di vacanze, un po' di lavoro diverso dal solito - i ritmi cambiano e quando ti guardi indietro le ore passate sembrano essere trascorse in modo diverso. Quest'anno questa parentesi  per me ha il suono di una parola: VIAGGIO. Questo perchè mi sono capitati davanti agli occhi: -... Continue Reading →

Di mamma ce n’è più di una

Domenica sarà la festa della mamma. Ovvero è la festa di coloro che generano altri esseri umani e che provano a instaurare un rapporto di relazioni e di affetto, nell'ambito della famiglia. Quest'ultima, la famiglia, si rappresenterebbe bene come  una barchetta di carta fatta per affrontare il mare aperto. Vi è una radicata visione tradizionale della... Continue Reading →

Della follia creatrice

Sto faticosamente leggendo un libro di quelli che possono essere definiti “difficili”, bellissimo e straziante allo stesso tempo, a metà fra il saggio scientifico e l’opera letteraria. Innanzitutto qualche parola sul suo autore, Eugenio Borgna, definito il più grande psichiatra italiano, colui che nelle sue opere ha indagato l’intero ventaglio delle emozioni umane dalla nostalgia... Continue Reading →

Questa volta ho fatto centro

Io sono una cui in libreria piace balzellare qua e là senza nessun rigore scientifico. Vivendo all’estero, quando ci vado cerco di fare scorta. Per  lo più le scelte le divido secondo il tempo a disposizione, vi faccio un esempio, so che quando trascorrerò molto tempo in treno o in attesa forzata in macchina (vedi... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑