Beati gli operatori di pace dedicato a Giulio Regeni

Forse perché vivo all’estero, ho due figlie che studiano lontano e dei mie undici nipoti cinque vivono fuori dall’Italia, proprio non posso trovare pace pensando a ciò che hai subito, Giulio. Mai come oggi, un sacco di giovani si mettono in viaggio con la carica giusta, il coraggio, la curiosità e la determinazione per tuffarsi... Continue Reading →

Annunci

Primi nella classifica dell’Indice di Ignoranza

Non esiste in italiano un vocabolo che traduca esattamente il termine inglese misperceptions. Potremmo dire "idee sbagliate", ma la connotazione sarebbe troppo marcata; altra traduzione sarebbe "percezioni errate" o meglio ancora "percezioni erronee" (cioè contrarie alla logica e al vero). Fatto sta che secondo uno studio condotto dalla IPSOS MORI, società britannica di ricerca e comunicazione, in... Continue Reading →

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore…

Le elezioni europee stanno arrivando e noi cogliamo l’occasione per raccontare una specie di favola, che speriamo molti italianintransito troveranno interessante. C’era una volta un omino, al quale fin da bambino avevano insegnato che votare non è un dovere, ma è un diritto. Finché era rimasto nel suo paese, da bravo cittadino, ad ogni elezione, si... Continue Reading →

italiani bravi nel soft power

Da qualche anno la rivista Monocle pubblica una classifica delle città che offrono la migliore qualità di vita. Raramente, se non mai, una città italiana vi è stata menzionata. Eppure Monocle ha appena pubblicato un numero tutto dedicato all'Italia. Come mai, viene da chiedersi? Lo spiega bene l'editoriale della rivista: l'Italia, nonostante un settore pubblico... Continue Reading →

Movimenti

Non passa giorno senza che si parli di giovani teste italiane in fuga. Il Messaggero, martedì scorso, in un articolo di Riccardo De Paolo, dopo aver rilevato che per l’Istat gli italiani che lasciano l’Italia sono aumentati del 26,5%  ha cercato di tracciare una guida per scegliere dove e come lasciare l’Italia. Per noi che... Continue Reading →

Che felicità

Che felicità quando senti che un giornale straniero importante come il Financial Times parla bene del tuo paese. Che felicità, ti si allarga il cuore e dentro di te pensi che c’è ancora speranza. Questo è ciò che ho provato la scorsa domenica quando,dopo pranzo, ho letto l’articolo di Harry Eyres dal titolo: A passeggiata... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑