Tabula rasa

Secondo la stima delle Nazioni Unite il "35 per cento delle donne nel mondo ha subito una violenza psicologica e/o sessuale da parte del partner o di un'altra persona". Si parla naturalmente di una stima che viene calcolata per difetto, a causa della difficoltà di reperire dati più precisi, poiché ovunque nel mondo questo è... Continue Reading →

Annunci

Architettura brutalista e Andreas Gursky

Le città sono fatte di storie. Storie passate, recenti  o già segni di un prossimo futuro. Guardi un palazzo , una piazza, una nuova scelta urbanistica e la lettura che ne trai  non cessa mai di sorprenderti. Anche le periferie più desolate sono là per raccontarti come sono state pensate , quando e perché. È... Continue Reading →

Arrivano i robot

Chi prevede il futuro ci ha avvertiti: i robot faranno sempre più le medesime cose che facciamo noi. Non sono un’esperta ma basta leggere le notizie che circolano in rete e lo si capisce bene. A Londra ad esempio in questi giorni, ha fatto scalpore il robot attore che recita al Pipeline Theatre nello spettacolo... Continue Reading →

Thick Time

Ho sempre sospettato chi afferma:l’arte innanzitutto deve sapermi emozionare. Forse perché l’emozione è un moto che dura un attimo ed è troppo legato alla sfera affettiva. Malgrado questo, cerco il suo significato sul dizionario : emozione, sentimento molto intenso, come paura, gioia, angoscia che può provocare alterazioni psichiche. Un’opera d’arte può causare un’alterazione psichica? cerco... Continue Reading →

Scivolate ardite

Non era la prima volta che un opera d’arte da collocare in una città creava scompiglio e polemica, ma nel 2012, quando Anish Kapoor realizzo’ la torre  Arcel Mittal Orbit, i detrattori dell’arte contemporanea si scatenarono: una torre altissima (115 metri), tutta in metallo (Arcelor Mittal è il più grande gruppo industriale dell’acciaio a livello... Continue Reading →

Quando l’opera d’arte si può toccare…

Si stima che nel mondo ci siano circa 300 milioni di non vedenti o ipovedenti. A tutti costoro è lampante che sia preclusa l'emozione trasmessa da un'opera d'arte visuale attraverso il senso che viene più enfatizzato quando si parla di arte: la vista. In questo campo si può ovviare alla mancanza della vista attraverso esperienze che... Continue Reading →

Arte o moda?

E’ lontano il tempo in cui l’arte viveva distante dal mondo del lusso e del glamour. Oggi chi visita una mostra, una biennale, o una fiera verrà spiazzato, perché il pubblico di oggi partecipa all’arte come fosse un gran premio. Un giovane artista italiano, di cui non faro il nome, ma che sta avendo successo... Continue Reading →

Arte e impegno politico

Usare il proprio lavoro per provocare e opporsi al regime politico vigente non sono una novità per l'arte contemporanea. Pensando all'Italia mi è venuto in mente la Crocifissione di Renato Guttuso del 1941 dipinta per denunciare gli orrori della guerra, da vedere secondo le sue stesse parole "(...) come il simbolo di  tutti coloro che... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑