Django: il jazz zigano

Ritmi concitati come quelli del respiro di chi un atleta che corre i cento metri. E’ il jazz manouche: il jazz solo di strumenti a corda, invitato in Francia dal chitarrista  Django Reinhardt e dal violinista Stephane Grappelli. Un amico jazzista lo definiva “la musica bella”: e aveva ragione. Negli anni ‘30 a Parigi il... Continue Reading →

Annunci

La furia distruttrice dell’ideologia

Pochi giorni fa parlando dello scandalo nell'arte abbiamo fatto riferimento agli episodi del museo di Mosul e alla distruzione di opere d'arte millenarie, perpetrata da chi erroneamente crede di poter cancellare il passato, avvertito come una minaccia e non come un'eredità da difendere. Alle Nazioni Unite sono stati segnalati 290 siti che hanno subito devastazioni:... Continue Reading →

Guardie e ladri della storia dell’arte

Monument Men il film diretto da George Clooney che racconta la storia di un gruppo di studiosi americani che durante la seconda guerra mondiale vengono arruolati nell’esercito per ritrovare le opere trafugate da Hitler in Europa, mi ha fatto tornare alla mente un museo che ho visitato un po’ di anni fa  a Firenze e... Continue Reading →

Il mistero delle opere del signor Gurlitt

Il 28 febbraio del 2012 si scopre a Monaco un tesoro composto da 1285 opere di grandi artisti delle avanguardie novecentesche, come Picasso, Chagall, Liebermannn. Sono in casa del signor Gurlitt che li ha ricevuti dal padre, commerciante di oggetti d'arte, tale Hildebrand Gurlitt: tra i pochi, durante il nazismo ad avere accesso a quella... Continue Reading →

Chiacchiere del lunedì

Mi piace pensare che nel calendario il 27 gennaio sia in Europa la giornata alla memoria delle vittime del nazismo. Questo perché mi ha dato lo spunto per parlarne in famiglia, in modo particolare con la figlia più giovane che da pochi giorni ha visitato con la scuola il Museo di Anna Frank ad Amsterdam,... Continue Reading →

Il ragazzo con il panciotto rosso

  Il ragazzo con il panciotto rosso di Paul Cézanne è tornata da pochi giorni in Svizzera. L’opera, rubata quattro anni fa a Zurigo, è stata ritrovata in Serbia. Non si sa molto del suo ritrovamento: le autorità non hanno voluto spiegare dove e come ciò sia avvenuto.  Il dipinto fa parte di un gruppo... Continue Reading →

Creato su WordPress.com.

Su ↑